12° Gnocco Bike- Trofeo Moving

Un fine settimana di tempo incerto, ha “risparmiato” sabato gli oltre 200 Kids che hanno dato vita a una partecipatissima prova finale della serie regionale a loro dedicata, sul campo gara preparato al meglio dal Conegliano Bike Team. E’ stata la festa che si rinnova praticamente ad ogni tappa.

Il meteo, “sorvegliato speciale” di questi tempi, ha reso invece improbo il lavoro a Selva di Trissino della Pro Loco e del Team Bike Castelgomberto che avevano rinnovato e preparato un tracciato tecnico e divertente a detta dei molti che lo hanno provato nei giorni precedenti per la 12a edizione della Gnocco Bike. Già dal mattino gli organizzatori lo hanno “adattato” con alcuni tagli dei tratti più ostici, altri si sono resi necessari nel corso dell’evento portato a termine comunque in maniera esemplare nonostante le condizioni oggettivamente difficili.

Parte gara 1, la pioggia al via leggera, aumenta man mano di intensità. In testa una parziale sorpresa: Matteo Vidoni rompe gli indugi già dai primi metri di gara, nonostante il parterre di avversari di assoluto rispetto prende e va, forse sentendo “l’odore del fango e del CX” che gli ha regalato molte soddisfazioni nella passata stagione. Comunque, battute a parte, Matteo inizia una progressione che segnerà tutta la gara fin quasi alla fine. Alle sue spalle un gruppetto di pronosticati: Dimitri Medvedev, Franco Adaos, Enrico Franzoi e il logico favorito Nicholas Pettinà che però viene da altra gara dura il giorno prima. Così va per due tornate rese lunghe dal fango e dalla pioggia e il traguardo si avvicina. Nell’ultimo giro parte l’azione decisiva di Nicholas Pettinà che nelle fasi finali sul filo dell’equilibrio e della scarsa trazione nel fango sempre più “liquido”, raggiunge e supera il fuggitivo Vidoni per un successo pronosticato ma mai scontato. Soddisfazione anche per lo stesso Vidoni, protagonista di giornata e miglior under 23. Podio elìte che vede dietro a Pettinà Dimitri Medvedev ed Enrico Franzoi. Podio under 23: Matteo Vidoni, Eddy Zordan e un determinato Alex Da Canal.

A fine gara Pettinà dice: “Oggi vittoria non scontata… sono partito nelle retrovie causa mio ritardo all’appello dei giudici, non sono perciò riuscito a partire bene. È molto importante la partenza soprattutto con il fango perchè permette di avvantaggiarsi un pelo fin da subito senza sprecare energie. Io ho fatto giusto il contrario e perciò a poco dalla fine ero ancora fuori dal podio. Con mia sorpresa l’ultima tornata è stata decisiva, ho recuperato chi mi precedeva e ho dato tutto negli ultimi pezzi vedendo un accenno di difficoltà negli avversari, avvantaggiandomi quel poco da permettermi di arrivare al traguardo solo. Bella gara, io giocavo quasi in casa. Dedico la vittoria alla mia compagna Anna che mi supporta sempre

Nella prova femminile un assolo della junior Giada Specia, che porta la sua maglia tricolore davanti a tutte prima di partire per i mondiali XCo. Poco dietro la miglior Open, Noemi Pilat a suo (relativo) agio sul terreno difficile, consolida il primato di campionato davanti ad Anna Lirussi. Le due si danno appuntamento all’ultima decisiva prova, Torre di Mosto e Pilat dichiara: “La gara oggi è stata davvero dura per via del fango ma mi sono divertita davvero tanto. Dedico la vittoria a mio papà che mi segue ogni giorno da lassù”. 

Buona anche la prova di Enrica Furlan, miglior MasterWoman ma bravi tutti quelli che hanno concluso una prova veramente impegnativa.

Gara junior in cui detta il passo e vince Gianluca Cerri, li impensierisce nelle prime fasi e cala un po’ nel finale uscendo dal podio Simone Pederiva, seconda piazza per Ramon Vantaggiato e terzo posto per Loris Mazzucco in crescita nella parte conclusiva della stagione, anche Christian Martinuzzi è sempre lì, un bel quintetto di giovani che si scambiano le posizioni gara per gara.

Tra i master arrivo a due per Michael Bertasi  e Michele Righetti, compagni di squadra e vincenti rispettivamente  tra gli ME e gli M1. Nicola Solimeno si aggiudica la M2, Nicola Terrin la M3. Successi M4 per Antono Tasca, M5 per Gianfranco Mariuzzo ed M6 per Moreno Bianco, con Fabrizio Stefani miglior M7 al traguardo.

Si calma un po’ la pioggia e la seconda partenza delle categorie giovanili deve fare i conti più con il terreno ancora molto viscido che con quanto scende dal cielo, i giri vengono opportunamente accorciati. Il primo traguardo di giornata è per l’esordiente secondo anno Gabriele Mazzucco, che spunta subito dietro i migliori allievi e regola nella categoria Thomas Serena e Mattia Marini. Tra di loro si affaccia anche Ettore Prà, miglior esordiente primo anno, galvanizzato da una buona serie positiva, che porta con se sul podio Tommaso Cafueri e Francesco Schiavinato.

Chiudono anche le ragazze, tra le allieve la favorita Lucia Bramati regola un’ottima Erica Campagna, terza Marta Zini. Denise Faiola trova lo spunto per vincere tra le esordienti davanti a Elena Tomasella e Matilde Turina.

Conclusione con gli arrivi degli allievi: in testa dall’inizio Tommaso Mezzacasa torna al successo  tra i secondo anno. Il podio si decide nell’ultimo giro tra gli inseguitori: vi salgono  Andrea Candeago a pochi secondi dal vincitore, e Alessandro Zanette. Vince netto tra i primo anno Samuele Mazzucco, su Gerardo Artusato e Carlo Penzo.

La giornata si chiude, un po’ ironicamente, con un bel sole che ravviva il panorama tra le colline. Le premiazioni nel grande e affollatissimo tendone della Festa del Gnocco, tra i profumi della specialità locale servita con tanti sughi e ampiamente apprezzata da partecipanti ed accompagnatori.

La stagione va verso il termine: si attende la prova finale a punteggio maggiorato con il coefficiente 1.5 : Trofeo Ducale il 16 settembre a Torre di Mosto. Poi, chiuse le classifiche, l’evento delle premiazioni finali di stagione, che sarà ospitato come nelle ultime edizioni da Banca Prealpi nell’Auditorium della sede centrale a Tarzo. L’appuntamento per premiati, società ed appassionati è per il pomeriggio di Sabato 6 Ottobre.

Comitato organizzatore Veneto Cup

By |2018-09-04T10:51:55+00:00settembre 4th, 2018|Azienda, Certificazioni, collezioni, fiere|0 Comments